Il mistero delle tariffe AerLingus

Da dicembre 2010 controllo con periodicità le tariffe AerLingus per Lisbona. Nell’ultima settimana la periodicità si è fatta giornaliera, perchè spero di concludere presto l’affare e portarmi a casa un a/r per una delle capitali europee che più mi attrae. Purtroppo, finchè i capi non mi confermano le ferie, io non posso far altro che continuare a controllare le tariffe.

Controllando i prezzi in maniera regolare mi sono accorta di qualcosa di curioso. Il prezzo del biglietto di andata o di ritorno è variato nel corso delle mie consultazioni in maniera notevole, da un minimo di 6 euro a un massimo di 40. Ma il prezzo totale dei due biglietti, tasse incluse, è rimasto pressochè uguale. In pratica all’epoca delle svendite il biglietto nominalmente costava di più (o, in altre parole, lo hanno alzato), ma con lo sconto arrivava ad essere uguale ad un biglietto “prezzo intero”. Oppure se sale di molto l’andata, diminuisce di molto il ritorno. O altre storie simili.

Insomma, tira un po’ giù lì, un po’ sù di là, i soldi che devo tirar fuori son sempre gli stessi. E non sono niente male… speriamo che questo trend non cambi proprio nel momento in cui il capo mi conferma le ferie. Non sarebbe la prima volta che mi capita, eh. Per il Giappone aspettare il capo mi è costato la bellezza di 120 euro.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.