Prenotazioni alberghiere: quale sito utilizzare?

Le statistiche di Google Analytics continuano a confermarmi che più della metà delle persone che arrivano su questo blog cercano informazioni su come prenotare un hotel.

In questo post vi scrivo le mie personali preferenze sui siti da utilizzare per le vostre prenotazioni. Qui si parla genericamente di strutture alberghiere, di qualunque tipo e categoria: hotel, alberghi, pensioni, b&b, ostelli, e via dicendo.

Central Hotel

Un po’ di teoria: come guadagnano i siti di prenotazione?

Prima di dirvi le mie preferenze vi spiego una cosina, che potrebbe essere ovvia per molti ma non per tutti. E questo vi aiuterà a capire quel che viene dopo.

Quando prenotate un hotel su un sito di prenotazioni il prezzo che pagate è lo stesso che paghereste prenotando direttamente con l’hotel. Il sito, cioè, non vi fa pagare alcuna spesa aggiuntiva. Ma allora come fa a guadagnare? A voi non fa pagare nulla, ma all’hotel sì: i siti di prenotazioni guadagnano una commissione su ogni prenotazione che viene effettuata attraverso di loro. Questa commissione ovviamente la paga l’hotel e questa commissione può raggiungere una percentuale piuttosto elevata.

A quel che ne sapevo io, i siti più importanti applicano una commissione intorno al 20%. È un bel po’ di soldi, no? Ma all’hotel conviene pagarla, perchè questi siti sono dei potenti strumenti di marketing. Talvolta non essere presenti su uno di questi siti equivale a un suicidio commerciale.

Considerate che molte persone per scegliere l’hotel in cui soggiornare non fanno altro che digitare il nome della località in cui vogliono andare su uno di questi siti, e scegliere tra la lista di hotel presenti sul sito quello che gli piace di più.

In breve: meno soldi ma più clienti, questo è il vantaggio per gli hotel, che si traduce in maggior guadagno.

In linea di principio preferisco prenotare direttamente con l’hotel anzichè su un sito di prenotazioni.

Questo per due motivi principali. In primo luogo perchè così facendo risparmio all’hotel la commissione da pagare al sito di prenotazione, e in caso di piccole strutture questo può essere un utile aiuto. Diciamo che è il mio piccolo, personale, modo di contribuire al sostentamento dell’economia locale.

In secondo luogo, preferisco prenotare direttamente con l’hotel perchè potrebbe risultare più semplice fare delle modifiche alla mia prenotazione o avere una qualche forma di assistenza che un sito di prenotazioni può non fornire.

Mi riesce un po’ difficile spiegarmi per cui farò un esempio pratico per il quale torno indietro con la memoria di cinque anni. All’epoca lavoravo in un call centre di prenotazioni alberghiere per una catena italiana di hotel quattro e cinque stelle. Capitava che i clienti chiamassero noi per modificare o cancellare prenotazioni fatte attraverso un sito (uno generico, non quello della catena alberghiera). Ebbene, noi del call centre NON eravamo autorizzati a fare queste modifiche. Ma perchè, vi chiederete? Se un cliente chiama il call centre della catena alberghiera presso cui andrà a soggiornare dovrà pur trovare qualcuno che lo aiuti, no? Dimenticate la famosa commissione. Immaginate che voi fate su un sito una bella prenotazione che gli frutterà un bel po’ di quattrini. E poi senza dirgli niente la cancellate chiamando un altro numero. Il sito andrà a battere cassa all’hotel…” ehi ci sei? mi dai la commissione che mi spetta?” E a quel punto l’hotel deve spiegare al sito che non c’è nessuna commissione perchè il cliente non è mai arrivato. Son rogne.

Per questo motivo le modifiche e le cancellazioni di prenotazioni devono essere fatte attraverso lo stesso sito che si è utilizzato per prenotare.

Alcuni siti, come Booking.com, sono ottimi da questo punto di vista: modifiche e cancellazioni si possono fare online con una procedura semplicissima.

In alcuni casi è invece necessario telefonare, e il customer service è penoso, o magari quando chiamate gli uffici sono chiusi. Questi siti sono da evitare. Personalmente non ho avuto esperienze negative, e ormai la mia memoria lavorativa del call centre fa un po’ cilecca, ma mi pare che all’epoca in cui lavoravo come reservations agent in Italia la palma d’oro del peggior customer service andava a Expedia.

In pratica, è più frequente che utilizzi siti di prenotazioni anzichè prenotare direttamente con l’hotel.

Questo per vari motivi:

  • alcune volte gli hotel non offrono la possibilità di prenotare attraverso il proprio sito, e io odio il telefono per cui cerco di evitarlo il più possibile.
  • alcune volte sono gli stessi siti degli hotel a rimandare a siti di prenotazioni online: piccoli alberghi e soprattutto ostelli non si prendono la briga di inserire un sistema di prenotazioni all’interno del proprio sito. Per loro è molto più comodo rimandare a un sito esterno, che ha già tutto ciò che serve in termini di web design e di sicurezza (pensate ai dati delle carte di credito, per esempio)
  • il grande vantaggio dei siti di prenotazioni è che vi permettono di controllare in un solo click la disponibilità di un grandissimo numero di hotel

Andiamo quindi alle mie preferenze.

Preferisco di gran lunga siti specializzati in prenotazioni alberghiere a siti di tour operator e agenzie turistiche che offrono prenotazioni di ogni tipo (hotel, voli, traghetti, pacchetti vacanza). Alcuni di questi, come Expedia e Edreams, mi danno il malditesta. Non comprendo la ragione della popolarità di questi siti, anche se ho il sospetto che abbia qualcosa a che fare con aggressive campagne Adwords.

I siti che utilizzo più frequentemente sono Hostels.com e Booking.com. Del primo parlerò in un post successivo dedicato specificamente alle prenotazioni di ostelli.

Perchè mi piace Booking.com (e anche Laterooms.com)

Non sono molto originale nella mia preferenza per Booking.com: questo sito è certamente un colosso delle prenotazioni online, utilizzato da migliaia di vacanzieri e viaggiatori in tutto il mondo. Devo ammettere però che mi piace molto.

La scelta di strutture alberghiere è davvero ampia, mi verrebbe da dire persino esaustiva, nel senso che sono pochi gli hotel che non compaiono in questo sito. Anche l’interfaccia grafica mi piace molto, semplice, senza fronzoli, non disturba la vista: sono un po’ talpa, per cui presto attenzione a questi dettagli.

Da questo punto di vista un sito che non ho mai utilizzato, ma che conosco per motivi lavorativi, Laterooms.com, è ancora meglio, ma forse è solo una personale questione cromatica: il colore predominante in questo sito è il viola, che è il mio colore preferito.

Tornando a Booking.com, lo trovo user-friendly, e in particolare sono due le caratteristiche che apprezzo:

  • è sempre chiaramente specificato cosa è incluso e cosa no nelle tariffe (dettaglio che mi è tornato molto utile proprio oggi, durante il disperato tentativo di prenotare l’ostello più economico di New York);
  • modificare o cancellare una prenotazione è semplicissimo.

Altra caratteristica positiva sono le immagini e le recensioni, ben organizzate (a differenza del chiassosissimo Tripadvisor), che aiutano a farsi un’idea della struttura prima di decidere se prenotare o no.

Ma il vantaggio principale di questo sito è che non richiede alcun deposito: molto utile se per qualche motivo si ha necessità di cancellare la prenotazione (sempre se il tipo di prenotazione fatta lo permette, ovviamente: ricordatevi le famose prenotazioni non cancellabili di cui vi ho parlato qui).

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Comments

  1. Silvano says:

    Ciao,

    il sito esiste

    http://www.hotelsfastcompare.com

    confronta decine di portali per trovare la tariffa più bassa.

    –silvano

  2. laragazzaconlavaligia says:

    Grazie Silvano, questo link potrà tornare utile ai miei più di quattro ma poco affezionati lettori. E tornerà utile a me quando vincerò la pigrizia e scriverò il famoso post sul perchè non esiste la tariffa più bassa…. cosa intendo dire? Lo scoprirete prossimamente!
    : )

  3. Francesco says:

    Io includerei nella lista anche il portale http://www.book-a-break.com
    E’ un portale nuovo che si rivolge a strutture particolari di medio/piccola dimensione. Sono tutte diverse l’una dall’altra. Ogni sistemazione ha oltre 700 caratteristiche descrittive, foto grandi in alta risoluzione, ed una selezione tematica. C’è poi una interessante sezione Last Minute e Offerte Speciali con sconti fino al 70%.
    E’ vero, è nuovo….. ma cresceranno!

  4. Francesca says:

    Io uso spesso http://www.trivago.it perchè in un unico sito posso vedere tutte le migliori offerte del web senza dover cercare pagina per pagina, tanto loro hanno booking, expedia, venere, hotels.com e altri.

    1. laragazzaconlavaligia says:

      molto comodo avere la comparazione!

  5. Piero says:

    Uso http://www.hotels.com e http://www.booking.com,
    ma soprattutto il primo, perchè su codicisconto si trovano spessissimo sconti che arrivano sino a oltre il 10%. E considerato quanto viaggio, non è male…

    1. laragazzaconlavaligia says:

      Non conosco codicisconto, è un sito?

  6. BlackDal says:

    http://www.booking.com l’ho trovato comodo perché:
    1) é intuitivo e (questo meno) ti stampi addirittura la mappa di come arrivare all’Hotel con tutti i dati.
    2) ho prenotato senza anticipo
    3) posso disdire la prenotazione fino a 2-3 giorni prima (non ricordo esattamente) e questo é comodo in caso di sfighe tipo che ci si ammala poco prima di partire.
    Per il resto non ho molta esperienza quindi mi fermo qui :-P

    1. laragazzaconlavaligia says:

      beh avrai poca esperienza ma hai dato il tuo punto di vista, e ogni punto di vista è utile!

      grazie

  7. Rosolaccio says:

    Come struttura ricettiva vi lascio un piccolo suggerimento, mi rendo conto che sia leggermente scorretto nei confronti dei portali in questione ma rispetto all’enorme “ricatto commerciale” che fanno loro nei nostri confronti non è una tragedia: se trovo un posto che mi piace su Booking o portale simile, magari poi chiamo direttamente la struttura, dicendo di aver trovato l’offerta su Booking posso spesso usufruire di ulteriori sconti visto che il gestore così risparmia sulla commissione, come già spiegato nell’articolo. Aggiungerei anche che spesso non tutte le camere o le opzioni sono disponibili sul portale, con un contatto diretto, o visitando direttamente il sito della struttura avrete un’idea più completa sia sugli alloggi che sui servizi offerti.

    1. laragazzaconlavaligia says:

      non mi sembra scorretto, Riccardo, e’ un mercato e i siti di prenotazioni sanno benissimo che la gente puo’ prenotare contattando direttamente la struttura. Le commissioni per le strutture alberghiere sono altissime, per cui loro avranno sempre piacere che la gente prenoti direttamente con loro piuttosto che con un sito. Tu hai il vantaggio di non avere intermediari, il che puo’ rivelarsi utile in caso di problemi con la prenotazione.

      In particolare, consiglio sempre di prenotare direttamente con l’hotel/albergo/ostello quando si tratta di piccole strutture a conduzione familiare perche’ per loro le commissioni sono un vero salasso, una struttura grande riesce ad ammortizzarle ma per loro e’ piu’ difficile. Perche’ allora si vendono su questi canali? Suppongo perche’ la maggior parte della gente (me inclusa, lo confesso) usa Booking.com o simili per la ricerca di un alloggio, pertanto se non sei presente li’ sei tagliato fuori dal mercato. Insomma, non vorrebbero esserci ma gli tocca farlo. Quindi son ben contenti quando qualcuno li contatta direttamente.

      Ovunque tu vada e qualunque albergo desideri prenotare, buon viaggio! :)

  8. roberto says:

    Provincialotti…..
    volete mettere l’ utilità di poter prenotare all’ estero ?
    O vi fate un corso di cecoslovacco per poter prenotare direttamente a Praga?

  9. Fabio says:

    Roberto provincialotto ti informo che ultimamente nel mondo è abbastanza diffusa una lingua detto inglese con il quale si può facilmente comunicare con tutte le strutture alberghiere che sono ben preparate per parlare questa lingua. Babbooo

  10. Giuseppe says:

    Io scelgo di soggiornare sempre in piccole strutture, prenotandole direttamente. Sui costi e freddi calcoli economici, a carico di chi sono e di quanto ammontano beh, sono cose noiose che un viaggiatore sognante non dovrebbe mai fare.
    Ma vuoi mettere il vantaggio del contatto umano, del prezzo chiaro letto sul sito ufficiale senza sorprese e del vantaggio di scegliersi il migliore, valutandolo da solo secondo i propri principi e secondo i giusti canoni del merito?
    Tutto questo, un freddo sito di prenotazione non lo puo` fare. Scegliete il contatto umano prenotate direttamente i Vs. soggiorni e scusatemi se divago, recatevi al negoziante del quartiere piuttosto che in un freddo centro commerciale.
    Non siate schiavi di nessuno, siate finalmente liberi di scegliere come me…

    1. laragazzaconlavaligia says:

      grazie del tuo commento, Giuseppe. Condivido molto di ciò che dici, ma mi sento di dire che anche usare un sito di prenotazioni è una scelta e quindi siamo tutti liberi, a prescindere da come prenotiamo.

      Personalmente, aiuto piccole strutture segnalandole nel mio sito o consigliandole ai miei amici, converrai con me che il passaparola è la migliore pubblicità. Faccio la spesa nel mio quartiere o ai mercati, non ricordo quand’è stata l’ultima volta che ho messo piede in un centro commerciale. Però sì, per le prenotazioni uso i siti “terzi” perchè li trovo comodi come punto di partenza per la ricerca (poi non è detto che sempre prenoto lì), perché non ci sono pagamenti in nero (altrimenti frequentissimi nei b&b), perchè se c’è qualche problema mi posso rivolgere a un team di assistenza.

  11. Berserk says:

    Capito qui per caso, leggo questo articolo, gironzolo in giro, leggo questa frase “Non m’interessa che questo blog sia famoso. Vorrei che questo blog fosse utile.” e allora capisco di aver trovato una piccola perla. Complimenti ed ecco che hai un nuovo lettore

    1. laragazzaconlavaligia says:

      grazie mio anonimo ammiratore :)

      ho aperto il blog tanti anni fa quando ancora avere un travel blog non era “figo” e continuo a non avere interesse per diventare una blog star. Quel che provo a fare (sperando di farlo bene!) è mettere a disposizione degli altri la mia esperienza di viaggio dando consigli e informazioni per rendere la LORO esperienza di viaggio più bella.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.