Istanbul: vedere e fare nella città più bella del mondo

Alla data di oggi Istanbul è ancora, per me, la città più bella del mondo.Istanbul scorcio

Le cose che ho visto io sono tutte segnalate nelle guide turistiche:

  • Aya Sofia
  • Blue Mosque
  • Basilica Cistern
  • Topkaki Palace
  • Galata Tower
  • Grand Bazar e Spice Bazar

La mosquea che mi è piaciuta in assoluto di più è la Kucuk Aya Sofia (Little Aya Sofia): è a poca distanza dalla Blue Mosque, ma è meno frequentata dai turisti. E’ un incanto, non potete perdervela!!!

Poi assolutamente dovete andare a Eminonu e attraversare il ponte Galata. E’ una zona che a me piace tantissimo!! Una volta lì non potete non assaggiare il panino al pesce. Io non ho avuto coraggio di assaggiare le cozze ma se voi ce l’avete fatemi sapere com’erano!!

Lasciate stare gli spettacoli di danza del ventre a pagamento, ne potete trovare gratis… sempre che vi interessi. Inoltre non pensate di vedere qualcosa di molto diverso da quel che potreste vedere nei ristoranti etnici della vostra città (turco, marocchino, libanese, persiano o qualunque altra nazionalità che abbia una qualche parentela – anche lontana – con la danza del ventre). Se invece fate danza del ventre compratevi almeno un costume, qui potrete scegliere ogni sorta di colori e forme, e il prezzo è inferiore a quanto paghereste in Italia o in Irlanda.

Assaggiate il tè, è buonissimo, soprattutto quello alla mela.
Istanbul, scorcio
Non potete andarvene da Istanbul senza aver provato il bagno turco. Poichè la prima volta potrebbe essere un po’ imbarazzante, soprattutto venendo da una cultura come quella italiana in cui mostrarsi nudi è tabu, sceglietene uno consigliato dalla vostra guida turistica: in questo modo sarete certi che il personale sarà abituato a trattare con i turisti. Poi, però, non fatevi mancare un secondo bagno turco. Sceglietene uno a caso, scovato durante il vostro girovagare per la città.

No ai massaggi con gli oli: non sono parte della tradizione, e vengono eseguiti solo per fare contenti i turisti.

Fatevi incantare da un tramonto, e almeno una volta prendete un taxi per fare un’esperienza di traffico e guida spericolata.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwittergoogle_plus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *