Pub di Dublino: dove mangiare

Vi svelo un segreto: il ristorante tipico irlandese non esiste. Gli irlandesi tradizionalmente mangiavano al pub e i ristoranti sono un’invenzione di anni recenti. Di solito sono ristoranti etnici, o italiani o francesi o asiatici o una qualunque altra nazionalità.

Il vero cibo tradizionale irlandese è il “pub food” chiamato anche “pub grub“: hamburger, fish and chips, Irish stew, steak sandwich, seafood chowder, pies…

In questo post vi consiglio i miei pub preferiti per mangiare a Dublino.

forchette

Old Stand

Se mi chiedete un solo pub dove mangiare a Dublino non ho alcun dubbio: l’elegante Old Stand nella vivace Exchequer street, a due passi da Grafton street. È forse un pochino più caro di altri pub, ma la qualità del cibo -i piatti tipici del pub food irlandese- è superiore alla media.

I tavolini sono davvero minuscoli e il locale è spesso affollato, con una clientela mista di uomini d’affari, donne in pausa durante una lunga sessione di shopping, simpatici vecchietti e occasionali turisti. La calda atmosfera del locale compensa le scomodità.

Se volete essere sicuri di trovare un tavolo vi consiglio di prenotare. Personalmente preferisco la stanza principale, quella con il bancone del bar, a quella sul retro che trovo un po’ più fredda, ma se volete un po’ più di tranquillità puntate al retro.

Indirizzo: Exchequer Street (angolo con Saint Andrew street)

Stag’s Head

Non lontano dall’Old Stand si trova lo storico Stag’s Head, uno dei miei pub preferiti a Dublino. Purtroppo dalle 18 in poi non servono cibo, per cui se desiderate mangiare potete venire qui soltanto a pranzo.

Qui ho mangiato il mio primo Irish stew a Dublino e ne conservo ancora un ottimo ricordo. Fatemi sapere se è ancora così buono!

Indirizzo: 1 Dame Court, Dublin 2

Porterhouse Central

Porterhouse è un birrificio irlandese che dagli anni novanta produce una vasta gamma di birre artigianali molto buone. Negli anni si sono espansi così tanto da aprire quattro diversi pub a Dublino più uno enorme a Londra e un altro a New York. Tra quelli di Dublino il mio preferito è il Porterhouse Central, meno caotico rispetto al fratellino più famoso in Temple Bar.

Ai tempi d’oro della Celtic Tiger venivo qui a far casino il venerdì o il sabato sera, con musica da discoteca fino a tarda notte. Quando la festa è finita e ci siamo ritrovati a leccarci le ferite, le serate in questo pub sono diventate tristissime, mi sembrava di andare a un raduno di reduci di guerra che contano i morti e i feriti. L’ho quindi boicottato per anni, salvo poi riscoprirlo quando il mio interesse per i bagordi notturni era notevolmente scemato.

Ora per me è diventato una decente opzione pub food in zona centrale. Non aspettatevi prelibatezze da gourmet, ma il cibo è dignitoso e la selezione di birre ottima. Consiglio di provare una delle birre prodotte da loro. Ogni giorno ce n’è una in offerta, chiedete al cameriere. Prezzi nella media dublinese.

Se volete mangiare all’aperto optate per il pub a Bray, lo trovate sul lungomare.

Indirizzo: 45-47 Nassau street, Dublin 2

Arthur’s

Un pub molto sottovalutato a mio avviso, probabilmente penalizzato da una posizione vicinissima al centro ma snobbata dai turisti che da questi parti sono soltanto di passaggio verso la Guinness Storehouse. Peccato. Io stessa l’ho conosciuto solo quando ho iniziato a lavorare lì vicino e mi è capitato di andarci in pausa pranzo o per qualche evento aziendale. Da allora ho iniziato a frequentarlo occasionalmente e a consigliarlo.

E’ un pub di quartiere molto carino e qui potete trovare quello che secondo me è il più bel caminetto di Dublino: date un’occhiata alle candele!! Purtroppo spesso è spento. A seconda degli orari questo l’Arthur’s è molto tranquillo o molto affollato, con una clientela che comprende gente del quartiere, a volte un po’… diciamo pittoresca, gli impiegati del vicino Guinness Enterprise Centre, qualche turista di passaggio.

Il cibo, classico menu pub food irlandese, è buono e i prezzi medio-bassi (per gli standard dublinesi, che vi ricordo essere più alti di quelli italiani). Al piano di sopra c’è un’altra sala che viene utilizzata per feste private, musica dal vivo e altri eventi, come teatro, cabaret e occasionalmente burlesque.

Indirizzo: 28 Thomas street, Dublin 8

The Bloody Stream

Lo definisco il mio pub invernale, sebbene i più lo preferiranno d’estate per le panche all’aperto. Io invece adoro la saletta sulla sinistra, tutta pietra e legno, calda e accogliente. Nelle serate d’inverno il caminetto è sempre acceso.

E’ anche il mio seafood pub preferito, dove il momento dell’ordinazione è sempre una sofferenza. Come si fa a scegliere tra scegliere tra ostriche, cozze, zuppa di pesce, scampi fritti? Qualunque sia la vostra scelta, carne o piatti vegetariani inclusi, il Bloody Stream è la conclusione perfetta di una gita a Howth, delizioso paesino sul mare a nord di Dublino.

Trovarlo non potrebbe essere più facile di così: basta infatti uscire dalla stazione, il pub si trova esattamente sotto!

Indirizzo: Howth Railway station, Howth, Dublin

Bloody Stream, pub a Howth, Dublino

Johnnie Foxes

Non è che “turistico” è sempre sinonimo di “poco interessante”. Johnnie Foxes è probabilmente il pub più turistico di tutta la contea di Dublino, e forse d’Irlanda, con tanto di megaparcheggio per gli autobus turistici e un servizio navetta dal centro di Dublino per chi non partecipa a un tour organizzato. Ciononostante io qui ci torno sempre volentieri.

Il cibo è molto buono e la posizione incantevole. Si autodichiara (ma pare che non sia vero) “the highest pub in the country”, ovvero dovrebbe essere il più più in alto d’Irlanda, ma se considerate che la montagna più alta d’Irlanda è 1039m e che questo pub si trova ai piedi delle montagne, capirete subito che non correte rischi di soffrire per l’altitudine.

E’ anche famoso per The Hooley Show, una costosissima cena seguita da uno spettacolo di musica e danze tradizionali irlandesi. Ve lo sconsiglio vivamente perchè potete vedere uno show simile all’Arlington Hotel in centro a Dublino spendendo molto meno.

Cenate nella zona ristorante chiedendo il menu a la carte: spenderete molto meno e vi gusterete il cibo senza la bolgia delle megatavolate turistiche.

Indirizzo: Glencullen, co. Dublin

Nota su come arrivare:

Questo pub si trova a circa 30 minuti in macchina da Dublino. Se non avete un auto, o se giustamente non volete andare in auto così liberi di bere, le alternative sono:

– prenotare il servizio navetta: comodo e a un prezzo accessibile di 10 euro andata e ritorno, però vi costringe ad andare e tornare in orari precisi. Se volete utilizzare questo servizio, vi consiglio di prenotare.
– prenotare un taxi: il costo dovrebbe essere intorno ai 30-40 euro a tratta. Comodo, ma molto costoso.
– prendere la luas verde fino a Stepaside. Da lì avete tre opzioni: farvela a piedi (sono circa 4 chilometri: non c’è percorso pedonale ma la strada è bellissima); sperare in un passaggio o prendere un taxi. L’ultima opzione è la più sicura, ma fate in modo di avere il numero di una compagnia di taxi del Southside da chiamare nel caso – molto probabile – che non passi nessun taxi.

Gli appassionati di trekking possono scegliere questo pub come sosta finale dopo una bella camminata sulla Wicklow Mountains. Senza bisogno di auto, potete fare il primo tratto della Wicklow Way e poi circa a metà deviare verso Glencullen. Trovate qui la spiegazione del percorso. A Marlay Park, punto di inizio della camminata, potete arrivare in autobus, da Glencullen per tornare in centro potete prendere la luas verde a Stepaside a circa 4 chilometri di distanza.

Un piatto di cozze al Johnnie Foxes pub, Dublino

Preoccupato per il portafoglio? Scopri come risparmiare leggendo il mio articolo Mangiare e bere a 10 euro.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwittergoogle_plus

Comments

  1. Lorena says:

    Ciao!!!
    Però come dici i pub food chiudono presto, giusto? Arrivando in tarda serata dove si può gustare una buona birra nei pressi di Grafton Street?
    Grazie del tuo fantastico aiuto!!!!

    1. laragazzaconlavaligia says:

      per mangiare purtroppo oltre le 21.30 diventa difficile… non si muore di fame perchè ci sono sempre i take away aperti fino a tardi e qualche Spar o Centra aperto 24 ore su 24, ma la qualità ovviamente è quel che è..

      Per bere invece non c’è problema, puoi trovare fino a tardi, in genere mezzanotte durante la settimana e l’una/due nel weekend (discoteche fino alle due e mezza-tre).

      In Grafton Street non ci sono pub, ma ne trovi molti nelle vie laterali. Per una buona birra vai al Porterhouse Central in Nassau st, vendono birre artigianali prodotte da loro. Un pub tradizionale che mi piace molto è il Kehoe’s in South Anne St o ancora più bello il piccolissimo McDaids in Harry st. Di fronte a quest’ultimo trovi il Bruxelles, un altro bel pub che però nel weekend diventa late bar al piano inferiore con musica da discoteca in una sala e metal in un’altra, e che quindi può essere esageratamente affollato.

      Questo per restare nelle vie laterali. Se vuoi camminare due minuti in più in South William st c’è il Grogans, uno dei miei pub preferiti, di cui ho parlato qui: http://www.laragazzaconlavaligia.com/2013/06/30/dublino-con-i-miei-occhi-pub-tradizionali/

  2. Nadia says:

    Grazie per la dritta! Ho appena mangiato all’Arthur’s con il mio ragazzo: posto accogliente, personale d’oro e cibo fantastico! Non potevamo chiedere di meglio.
    Grazie e un saluto da Dublino

    1. laragazzaconlavaligia says:

      mi fa davvero piacere che ti sia piaciuto :))) è un posto a me molto caro!

      grazie per avermi scritto e un saluto anche a te,
      Arianna

  3. Michele says:

    Ciao Arianna,

    bel post!

    Mi serve un consiglio…secondo te meglio colazione all’italiana poi pranzo e cena oppure brunch e direttamente cena?

    Te lo chiedo anche perchè non c’è poi grande scelta di colazione dolce a parte il Dolce Sicily.

    Starò a Leeson street quindi abbastanza lontano dal centro…ma ci sono buoni mezzi di trasporto a quanto pare.

    Attendo tue e grazie in anticipo

    Buon 2018!!!

    1. laragazzaconlavaligia says:

      sì, Leeson st è ben collegata con il centro e se ti piace camminare puoi persino andare a piedi.

      Sulla colazione all’italiana o all’irlandese dipende da quanti giorni stai via, dai tuoi gusti e dagli orari della tua vacanza: se ti alzi presto magari meglio una colazione più leggera e poi un pranzo, se invece ti alzi tardi tanto vale fare il brunch. L’irish breakfast è piuttosto pesante quindi direi che proprio non si può fare per una settimana intera!!

      Se vuoi una colazione dolce non avrai problemi perché ormai hanno aperto tantissimi bar italiani, soprattutto a Temple Bar o all’Italian Quarter (che è giusto al di là del fiume).

      Ti segnalo poi il Dolce Sicily, centralissimo (43 Dawson Street, Dublin 2), e se vai in zona Grand Canal Dock il Caffè Valentino. Anche il bar dell’Alliance Française (1 Kildare St), pieno centro, non è male se vuoi qualcosa di dolce.

      Il mio bar preferito per colazione con cappuccino e cheesecake è il Simon’s Pleace in George Arcade.

      Buona vacanza!

      1. Michele says:

        Grazie mille…sei gentilissima.

        Starò solamente 3 gg purtroppo…mi piace fare piccole vacanze low cost (almeno è ciò che posso fare per adesso).

        Avevo già letto di Dolce Sicily online; comunque, penso di non svegliarmi troppo tardi anche perchè in 3 gg vorrei vedere il più possibile.

        Comunque vorrei più che altro cenare…ho visto degli hamburger e lo stufato alla Guinness che sembrano niente male :-)

        Grazie mille per la tua gentilezza

        Magari se ti riconosco per strada ti chiamo

        Felice 2018!

  4. Michele says:

    Buongiorno Arianna e scusa se ti disturbo ancora.

    Secondo te il miglior stufato alla guinness, il miglior hamburger e la migliore Shepherd’s pie?

    Grazie in anticipo!!!

    1. laragazzaconlavaligia says:

      Stufato alla Guinness: Stag’s Head (solo a pranzo)
      Hamburger: difficile, tanta concorrenza! Porterhouse e Sweetman’s erano quelli dove andavo più spesso. C’è poi Jo Burger che fa hamburger particolari… costano parecchio ma sono enormi.
      Sheperd’s pie: non me ne viene in mente nessuna di particolare!

      1. Michele says:

        thanks a lot!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *