In cerca di pace nei parchi di Dublino

Andare al parco è per me uno dei grandi piaceri della vita, uno di quelli che te la fanno amare. Vado al parco per leggere, per camminare, per pensare, per buttare via i cattivi pensieri o semplicemente per godermi il sole. La quantità e la varietà di parchi a Dublino è uno dei motivi per cui amo questa città.

Venite con me nei miei parchi preferiti a trovare angoli di quiete, scoiattoli, cascate, statue di scrittori famosi. Iniziamo da quelli in centro per poi andare a scoprire i tesori nascosti nei quartieri di Dublino.

Dimenticavo: l’ingresso a tutti i parchi che vi elenco è gratuito!

parco a dublino

Parchi in centro città

Se vi fermate in città per pochi giorni, concedetevi un po’ di tempo in uno dei parchi del centro città. Non sono in assoluto i più belli ma sono famosi, citati in tutte le guide turistiche e quindi facili da trovare:

St Stephen’s Green

Il parco più famoso di Dublino, a sud di Grafton street, la via dello shopping. E’ molto frequentato al punto da diventare caotico nei giorni più caldi. Per questo motivo io non ci vado mai, mi limito ad attraversarlo quando mi capita di passare di là. Devo dire però che è un parco bellissimo, per cui se siete a Dublino soltanto per un weekend e potete visitare un solo parco in centro St Stephen’s Green è la scelta più facile e non vi deluderà.

Merrion Square e Iveagh Gardens

Si trovano entrambi a pochi minuti a piedi da St Stephens Green, nell’omonima Merrion Square il primo parco e in una strada chiusa laterale di Harcourt Street il secondo. Sono belli e meno frequentati di St Stephen’s Green, e per questo motivo li preferisco. Sono le mie oasi di verde per una pausa veloce. Al numero 1 di Merrion Square si trova la casa natale di Oscar Wilde, purtroppo oggi sede dell’Irish American University e quindi non visitabile. All’interno del parco è però presente una statua del celebre scrittore.

statua di Oscar Wilde a Dublino

Phoenix Park e War Memorial Gardens

Un altro parco molto visitato dai turisti che però non vi darà la sensazione di claustrofobia come St Stephen’s Green è il Phoenix Park, noto per essere il parco urbano più grande d’Europa. Non mi sono mai presa la briga di verificare se sia vero o no, ma ho trascorso diverse ore a camminare al suo interno e devo dire che tra tutti i parchi da me visitati al mondo l’unico più grande di Phoenix Park che ho trovato è Central Park a New York. Lo consiglio a tutti quelli che amano i grandi spazi aperti e le lunghe camminate, alle famiglie con bambini e a chi vuole spendere una giornata intera all’aria aperta.

Non avrete di che annoiarvi: all’interno di Phoenix Park potete trovare cervi liberi, uno zoo, un castello, un obelisco, una caffetteria. Ahimè, non troverete molti bagni. Adiacente al parco è Farmleigh House, una casa georgiana di proprietà del governo irlandese usata per eventi ufficiali quali visite di stato e aperta al pubblico durante i tour organizzati. All’interno del parco si trovano anche la residenza del presidente della repubblica irlandese e la residenza dell’ambasciatore degli Stati Uniti: no, non le potete visitare.

Non distante da Phoenix Park si trova un parco che io ho voluto visitare nel corso della mia prima vacanza a Dublino. Avevo bisogno di pace, di starmene per i fatti miei senza essere disturbata da niente e da nessuno e dalla descrizione che ne faceva la Lonely Planet sembrava che i War Memorial Gardens fossero il luogo di cui avevo bisogno. Lo era. Rispettare la pace di questo giardino è il modo migliore per ricordare gli irlandesi morti nella Grande Guerra, a cui questo memoriale è dedicato. Qui si avventurano ben pochi turisti e pure residenti. Anch’io ci vengo di rado, e me ne pento. Il giardino di rose è un incanto. La quiete che si trova qui è un bene prezioso di cui è meglio far tesoro. Da qui poi parte una bellissima passeggiate lungo il fiume Liffey. Se venite, abbiate rispetto.

Come arrivare:

Potete arrivare a Phoenix Park con la luas rossa scendendo a Heuston e camminando 5 minuti, oppure con gli autobus 10, 25, 26, 66, 67, 68, 69.

I War Memorial Gardens si trovano nella zona di Islandbridge, Dublin 8, dalla parte opposta del fiume Liffey rispetto a Phoenix Park e a pochi minuti a piedi dalle visitatissime prigioni di Kilmainham e dall’Irish Museum of Modern Art.

animali nei parchi di Dublino

Giardini Botanici

I National Botanic Gardens sono la mia rivelazione del 2015. Mi erano stati consigliati in uno dei primi anni qui, ma il tempo non era buono, o io ero troppo pigra, o io pensavo che nessun giardino botanico potrà mai essere bello quanto l’orto botanico di Padova… e son finiti nel dimenticatoio, fino al maggio di quest’anno quando mi sono iscritta a un laboratorio di fotografia che si teneva proprio qui. Mi sono innamorata di questo luogo e l’ho inserito permanentemente nella mia personale lista di cose da vedere a Dublino. Lungo i viali di questi curatissimi giardini troverete piante e fiori che vengono cresciuti per il loro interesse scientifico, ma per ammirarne la bellezza non è necessaria alcuna conoscenza di botanica! Vi capiterà anche di incontrare scoiattoli, gazze, anatre, cormorani. Non è permesso stendersi sull’erba o fare picnic, ma se siete stanchi non avrete problemi a trovare una panchina oppure potete fare uno spuntino alla caffetteria. Per ripararvi da un’improvviso scroscio d’acqua, non infrequente in Irlanda, correte alla serra più vicina. Non siete ancora stanchi? Allora proseguite la vostra visita! I giardini botanici sono collegati internamente al Glasnevin Cemetery, il cimitero storico di Dublino, bellissimo da visitare.

Non ne ero consapevole, ma sono molto frequentati, in particolare durante il giorno diventano l’oasi di relax delle neomamme di Dublino nord nonchè set fotografico per neosposini e ragazzini reduci dalla prima comunione. Non temete: ad essere affollata è soltanto la caffetteria all’ora di pranzo.

Come arrivare:

Autobus 4, 9, 83

fiore

Marlay Park

La maggioranza dei dublinesi, di ogni nazionalità, conosce Marlay Park per i mega concerti che vengono organizzati qui ogni estate. Io l’ho conosciuto leggendo la descrizione della Wicklow Way, un percorso a piedi attraverso le Wicklow Mountains di circa 130 chilometri. Il percorso ha inizio proprio nel parco cittadino di Marlay, nella zona di Rathfarnham, sud di Dublino.

E’ una festa di prati, fiori, alberi, corsi d’acqua. Noto a chi vive nei dintorni, è un parco abbastanza frequentato, facile da raggiungere con i mezzi pubblici, ma non caotico. Anche qui potete trovare una caffetteria; il sabato e la domenica un piccolo mercatino.

Come arrivare:

Autobus 16

Marlay Park, Dublino

Parchi di quartiere: i tesori nascosti

In tema di parchi il consiglio migliore che mi sento di darvi è: esplorate. Pressochè ogni quartiere di Dublino ha un suo parco, magari nascosto in un vicolo chiuso, o stretto tra due agglomerati di case. A volte sono piccoli fazzoletti di verde dove nessuno vi verrà mai a disturbare; altre volte sono distese enormi, che se fossero più vicini al centro verrebbero sicuramente inclusi nelle guide turistiche come “imperdibili”. Sono frequentati perlopiù da gente che vive nei dintorni e sono in genere molto più tranquilli dei parchi del centro. Scoprirli dipende dalle zone che vi capita di frequentare, magari per lavoro o amicizie, e a volte è solo questione di fortuna. Vi può però aiutare la curiosità: uscite, esplorate e aggiungete alla mia lista i parchi che avete scoperto da soli!

Questi sono i parchi che ho scoperto da sola e che ho poi continuato a frequentare perchè mi piacciono. Vi racconto anche come li ho scoperti, magari questo vi è di spunto per le vostre personali esplorazioni.

Blackrock Park

L’ho sempre chiamato il parco di Booterstown, ma pare che il nome ufficiale sia invece Blackrock Park. La confusione ha un suo motivo: il parco si estende esattamente tra la fermata DART di Booterstown e la fermata DART di Blackrock. Sarebbe in riva al mare, se non ci fosse di mezzo il treno. Ma se non ci fosse il treno io non l’avrei scoperto: l’ho infatti avvistato dal finestrino della DART in uno dei viaggi tra casa mia e i paesini a sud, Dun Laoighere, Dalkey o Killiney e poi attraversato numerose volte in cui ho voluto raggiungere gli stessi paesini a piedi. Un piccolo lago e un tempietto abbandonato conferiscono a questo parco un’aria romantica, elegante e decadente al tempo stesso. Nonostante un parco giochi per bambini, qui la tranquillità e il silenzio sono assicurati. Ne saranno felici gli uccelli che popolano l’adiacente riserva naturale Booterstown Marsh. Purtroppo, ma giustamente, questo santuario ornitologico non è accessibile. Il modo migliore per vederlo ahimè è dal treno.

St Anne’s Park

Questo parco l’ho scoperto perchè un’amica si è comprata casa a Raheny, la zona dove il parco ha sede, e me l’ha nominato. Molto grande, ma se usciti da lì non ne avete ancora abbastanza di camminare vi basta attraversare la strada e vi ritroverete in Dollymount Strand, la lunghissima spiaggia a Bull Island tra Raheny e Clontarf.

Milltown

Un altro parco scoperto dal finestrino, questa volta della luas verde. Ogni volta che passavo di là mi chiedevo cosa ci fosse oltre quella collinetta verde. Un giorno sono scesa dalla luas per andare a scoprirlo. Ho scoperto una lunga camminata sulle rive del fiume Dooder che porta fino a Rathfarnam, passando attraverso un parco che secondo Google Maps cambia diversi nomi. La mia zona preferita è verso l’inizio, all’altezza del ristorante Dropping Well. L’insenatura verde e il rumore della piccola cascata sono lo scenario perfetto per un picnic o la lettura di un libro.

Herbert Park

Il parco “posh” di Dublino si trova tra Ballsbridge e Donnybrook, con ingressi nell’omonima via Herbert Park. Usciti dal parco date un’occhiata alle dimensioni e alle finiture delle case: capirete perchè ho definito Herbert Park il parco posh di Dublino. Non è grandissimo ma è sempre tranquillo, frequentato da persone per niente chiassose. L’ho scoperto andando a trovare due amici che, pur lavorando in call centre come me, abitavano in quei ricchi dintorni.

… da aggiungere alla lista:

Mi è stato consigliato da un ex collega ma non ci sono ancora stata: Bushy Park nella zona di Terenure, Dublino sud.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.