7 film per conoscere l’Irlanda contemporanea

Lo  confesso: prima di venire a vivere in Irlanda il cinema irlandese per me era sinonimo di The Commitments e Bloody Sunday. Punto. Arrivata a Dublino, ho scoperto che il cinema irlandese è vivo e vegeto e sforna ogni anno prodotti interessanti.

La lista di film che vi propongo è dedicata all’Irlanda contemporanea. Ne ho scelti sette, come gli anni in cui ho vissuto qui. I film che ho scelto vi faranno scoprire un Irlanda che mai vedrete in un ufficio turistico. Li ho scelti perché, in modi diversi, possono dare l’idea a chi non vive qui di chi siano realmente gli irlandesi e di come vengano vissute le sfide della contemporaneità in un paese in cui il legame con la tradizione è ancora molto forte.

A quanto ne so, nessuno di questi film è stato tradotto in italiano, con l’unica eccezione di Once. In alcuni di questi film la lingua parlata è un inglese colloquiale, talvolta con inflessioni dialettali e slang che potrebbero risultare di difficile comprensione. Aiutatevi con i sottotitoli, se presenti (ahimè, non tutti i DVD ce li hanno!).

Kisses

Il primo film irlandese che ho visto in Irlanda. Due ragazzini delle periferie malfamate riescono a fuggire per un giorno a una vita di violenza, ignoranza, miseria. Su una chiatta raggiungono il centro di Dublino e la loro vita in bianco e nero si colora di nuove emozioni. La città vista con gli occhi ingenui di Dylan e Kylie appare magica e caleidoscopica, e i volti dei ragazzini si illuminano di meraviglia ed emozione. Ma con il passare delle ore, il calare della notte, la città si fa scura e misteriosa e potrebbe non essere il paese dei balocchi.

Un film bellissimo, tenero, reso indimenticabile da una fotografia modulata sulle emozioni dei protagonisti e dalla recitazione spontanea di due giovanissimi attori non professionisti. Purtroppo le tematiche alla base del film, l’alcolismo e la violenza sui minori, sono due piaghe che ancora attanagliano la società irlandese.

 Once

Un ragazzo irlandese e una ragazza ceca, entrambi musicisti, si incontrano a Dublino. Parlano di musica, compongono canzoni, forse si innamorano. È una bellissima storia che continua ad essere raccontata dal 2007, prima in un film e poi in un musical. Ed è anche, come ho detto altrove, il film che ai miei occhi meglio descrive la Dublino contemporanea.

Di questo film esiste anche una versione italiana in DVD, che però ha un prezzo proibitivo: meglio l’originale in inglese!

 The Secret of Kells

Delizioso film di animazione candidato al premio Oscar in cui il vero protagonista è un libro, il celeberrimo libro di Kells ora conservato al Trinity College e adorato da orde di turisti. Dimenticate il diffuso pregiudizio per cui animazione=film per bambini. The Secret of Kells è un film complesso, seppur godibilissimo, nonchè la migliore introduzione alla mitologia irlandese: il film è infatti pieno di riferimenti al folklore, alle tradizioni e credenze popolari irlandesi. Lasciatemi definirlo un folklore autentico, per distinguerlo da leprechauns e trifogli in formato cartolina o stampati su t-shirts.

Nonostante sia ambientato nell’alto Medioevo, lo inserisco in questa lista sulla contemporaneità per due motivi. Uno, perchè credenze e folklore sono ancora molto radicati qui in Irlanda (non è difficile trovare un irlandese che creda così tanto ai fantasmi al punto da averne paura!!). Due, perchè questo film profondamente, intrinsecamente irlandese è il risultato di una coproduzione franco-belga-irlandese: l’internazionalità della produzione del film è anche uno dei tratti caratteristici dell’Irlanda moderna.

Nota: Song of the Sea, il film successivo prodotto dallo stesso studio e di nuovo candidato all’Oscar, è ancora più bello! Al momento però il DVD non è disponibile.

 His and Hers

Un documentario che vi farà entrare nelle case degli irlandesi. Intervistando 70 donne dell’Irlanda centrale (midlands) sul rapporto con i maschi della loro vita, prima il padre, poi il fidanzato, poi il figlio, il film ricostruisce una storia d’amore lunga circa 90 anni.

Consiglio al pubblico italiano di vedere quest’omaggio all’amore per avere uno sguardo sulla quotidianità in Irlanda e per prendere confidenza con accenti diversi, alcuni dei quali un po’ ostici.

Adam and Paul

Una downbeat comedy che racconta una giornata di due tossicodipendenti, gli Adam e Paul del titolo, e la loro quotidiana lotta per la sopravvivenza che consiste nel trovare i soldi per la dose.

Confesso che questo film non mi ha esaltata, probabilmente perchè l’ho visto il primo anno che ero qui e non ci ho capito niente!! È bello rendersi conto che dopo anni la mia comprensione dell’inglese è notevolmente migliorata… Comunque, per chi vuole un’approccio diciamo sociologico all’Irlanda (sociologia non accademica, intendiamoci) è un film che va assolutamente visto. Come in Kisses, le tematiche affrontate dal film sono ancora molto attuali qui in Irlanda. L’eroina è una piaga ancora non debellata, con forti costi sociali ed economici per questo paese.

 What Richard Did

All’estremo opposto della scala sociale rispetto ad Adam and Paul si trovano i pretty boys di Dublino sud: ricchi, colti, vivono in case lussuose in quartieri posh e giocano a rugby. Richard è uno di loro e sembra destinato ad una vita dorata, lussi e successi. Ma la sua natura è davvero così candida? E lo status sociale è sufficiente a determinare il destino di una persona? Un film inquietante che vi farà rimuginare per ore diretto da Lenny Abrahamson, lo stesso regista di Adam and Paul.

Può interessare il pubblico italiano per questa ambientazione nella Dublino ricca, con le sue luci e ombre (è disponibile la versione in lingua italiana dal titolo Cosa ha fatto Richard)

The Irish Pub

L’ho scritto altrove, il pub è l’anima della vita sociale irlandese. Ancora oggi, nonostante l’apertura di bar trendy possa minare quel che finora è stato l’assoluto primato del pub tradizionale come uscita serale. L’unico modo per capire cos’è e cosa significa il pub per la società irlandese è frequentarlo. Questo simpatico documentario vi darà qualche spunto per capirci qualcosina in più.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.