Viaggiare in treno in Romania

Se amate viaggiare in treno è imperativo aggiungere la Romania alla vostra lista dei paesi da visitare. Meta ancora molto sottovalutata, la Romania è un paese affascinante, ricchissimo di attrazioni culturali e paesaggistiche, e, cosa per voi più interessante, facile da girare in treno.

Vero, io sono di parte perché il treno è il mio mezzo preferito, ma davvero in questo caso è il più adatto perché vi fa entrare in sintonia con le atmosfere romantiche delle città medievali, dei castelli, dei paesini rurali. È come se non ci fosse un vetro a dividere il fuori e il dentro: il treno non vi porta in mezzo al paesaggio, è un elemento imprescindibile del paesaggio.

I treni rumeni sono lenti, mooolto lenti, spesso più lenti degli autobus, e non sono modernissimi; in compenso però sono affidabili e puntuali. La rete ferroviaria è capillare e copre anche piccoli paesini di campagna che qui in Italia non verrebbero mai degnati di un treno. Consultare orari e prezzi dei treni è semplicissimo, così come acquistare il biglietto.

Un vantaggio non indifferente del viaggiare in treno in Romania è che i treni rumeni sono molto economici per cui una vacanza in treno vi costerà molto meno di una con l’auto a noleggio.

Il panorama che vi scorrerà davanti agli occhi sarà perlopiù rurale. Distese sterminate di campi coltivati, colline, prati incolti, strade sterrate, covoni di fieno, mucche, cavalli e pecore. Il ritmo lento del treno vi cullerà e, credetemi, vi dispiacerà essere giunti a destinazione.

Io di treni in Romania purtroppo ne ho presi solo tre: Brasov-Sibiu, Cluj-Napoca – Bistrita (e ritorno), Cluj-Napoca – Bucarest. Sono stati senza dubbio i momenti più belli della mia vacanza da sola.

 

stazione di sibiel in romania

Itinerario per un viaggio in treno in Transilvania

Fare un bel viaggio in Romania spostandosi solo in treno è possibile ed anzi secondo me è proprio questo il modo migliore per visitare questo affascinante paese!

Naturalmente, anche in Romania viaggiare con i mezzi pubblici impone delle limitazioni che però secondo me sono largamente compensate dal fascino dell’esperienza: bisogna fare attenzione agli orari e pianificare l’itinerario con più attenzione. Se volete andare sul sicuro seguite l’itinerario che vi propongo.

Itinerario per un viaggio in treno in Transilvania

L’itinerario in treno in Transilvania che vi propongo è facile da realizzare perché per tutte le tratte esistono collegamenti diretti, abbastanza frequenti, in più vi permette di esplorare il meglio della regione più visitata – e a detta di molti più bella – della Romania.

Si può fare in una settimana, ma io consiglio qualche giorno in più per godersi al massimo la vacanza. Potete facilmente adattarlo alle vostre esigenze o ai vostri gusti, aggiungendo o togliendo destinazioni. Io suggerisco di aggiungere almeno un piccolo paesino oppure se vi piacciono le città allungate il viaggio fino alla giovane e vivace Cluj-Napoca.

Per alcune tratte potete sostituire il treno con autobus o minibus, che sono – curiosamente – più veloci e coprono più destinazioni. Personalmente, però, preferisco di gran lunga il treno. Inoltre non è così facile consultare gli orari e comprare dei biglietti degli autobus, mentre con il treno è facilissimo (vi spiego più sotto come fare).

Treno Bucarest – Sinaia

La prima tappa di questo itinerario prevede lo spostamento da Bucarest, città per la quale sono disponibili voli low cost dall’Italia, a Sinaia, una graziosa e molto nota località di montagna dove ha sede il castello di Peleș, ex residenza estiva del re Carlo I. È uno dei castelli più visitati della Transilvania.

Sinaia sorge ai piedi dei monti Bucegi ed è quindi un’ottima base per splendide passeggiate in montagna, ma se volete godere di un bel panorama senza fare fatica potete prendere la funivia che vi porta prima a 1400 e poi a 2000 metri.

Durata indicativa del viaggio in treno Bucarest-Sinaia: un’ora e mezza

Treno Sinaia – Brasov

Da Sinaia ci spostiamo a Brasov, una città ideale come base per esplorare la Transilvania con i mezzi pubblici visto che da qui partono numerosi treni e autobus.

Se l’idea di trascinare i bagagli su e giù dai treni non vi piace considerate l’idea di fermarvi qui e fare delle gite in giornata, anche se personalmente non lo consiglio perché finirete per trascorrere molto tempo sui mezzi e vi perdete la sera in altre località.

Il centro cittadino di Brasov è carino, ma secondo me è ancor più bello se visto dall’alto del monte Tampa (raggiungibile di giorno anche in funivia) o dalla fortezza.

Da Brasov potete raggiungere in autobus la cittadina di Bran, che purtroppo non ha una stazione ferroviaria. È la località turistica più visitata della Romania, merito del Castello di Dracula che ironicamente non ha nessun legame con il personaggio letterario creato da Bram Stoker o con Vlad l’Imparatore, il personaggio storico che avrebbe ispirato la figura di Dracula. Comunque è bello, visitatelo.

Tra Brasov e Bran c’è Rasnov, anche questa raggiungibile in autobus e sede di una fortezza medievale con sfondo sulle montagne. Consigliata.

Durata indicativa del viaggio in treno Sinaia-Brasov: un’ora e dieci minuti

Treno Brasov – Sighisoara

Da Brasov risaliamo sul treno per raggiungere Sighisoara, una cittadina che è un vero gioiellino. Mi sono innamorata del centro storico di Sighisoara, nonostante la pioggia incessante!

Durata indicativa del viaggio in treno Brasov-Sighisoara: tre ore

Treno Sighisoara – Sibiu

Altro treno, altra splendida città medievale. Sibiu è più grande di Sighisora (ma sempre comunque piccolina e facile da girare a piedi) e molto vivace, con tanti eventi culturali organizzati tutto l’anno.

Durata indicativa del viaggio in treno Sighisoara-Sibiu: 2 ore e 45 minuti

Treno Sibiu – Bucarest

Fine della vacanza, purtroppo: si torna a Bucarest. È il viaggio in treno più triste e più lungo dell’itinerario, ma magari guardando il panorama fuori dal finestrino vi passa il magone.

Durata indicativa del viaggio in treno Sibiu-Bucarest: 6/8 ore

treni rumeni

Altri itinerari in treno in Romania

Vi ho proposto un itinerario in treno in Transilvania perché questa è la regione che ho visitato io e quella che in genere suscita maggior interesse tra chi vuole visitare la Romania, ma potete fare un viaggio completamente diverso.

In treno al mare

Ad esempio potete andarvene al mare, come fanno moltissimi rumeni che nei mesi estivi scappano da Bucarest verso Constanza e le località della costa del Mar Nero.

Per queste destinazioni se viaggiate nei weekend di luglio e agosto è necessario prenotare; in caso contrario si rischia un (molto probabile) tutto esaurito o peggio un viaggio da incubo di diverse ore.stretti come sardine.

In treno in montagna

Siete venuti in Romania con lo scopo preciso di fare escursionismo? Anche voi non avete bisogno dell’auto! Oltre a Sinaia si possono raggiungere in treno altre località di montagna come Faragas. Io sul treno da Brasov a Sibiu ho trovato una comitiva di escursionisti che si è sempre spostata in treno, quindi è possibile!

Raggiungere la Romania in treno dall’Italia

Bucarest, Cluj-Napoca e Timisoara sono direttamente collegate via treno ad altre città dell’Europa centro-orientale, tra cui Budapest, Belgrado, Sofia, Mosca e Istanbul.

È quindi possibile arrivare in Romania in treno dall’Italia facendo tappa in altre affascinanti città europee. Un esempio di itinerario? Venezia-Vienna-Budapest-Bucarest.

binari del treno in romania

 

Come consultare gli orari dei treni rumeni

Volete creare il vostro viaggio in treno in Romania o avete semplicemente la necessità di sapere come raggiungere una certa città? Consultare gli orari dei treni rumeni è semplicissimo: basta collegarsi al sito delle ferrovie rumene CRF Calatori!

Il sito è disponibile in lingua rumena e in inglese. La traduzione in inglese non è sempre perfetta e qua e là tra le righe compare qualche frase in rumeno, ma il sito risulta comunque di facile utilizzo.

treno notturno in romania

 

Come comprare i biglietti dei treni in Romania

Per comprare un biglietto del treno in Romania avete tre possibilità:

  • comprarlo online sul sito delle ferrovie rumene (solo alcune categorie di treni*).La procedura di acquisto è semplicissima! Ricordatevi di stampare la conferma e portarla con voi.
  • comprarlo alle biglietterie automatiche della stazione, pagamento in contanti o bancomat.
  • comprarlo alle biglietterie della stazione. Molte persone in Romania parlano inglese per cui non dovreste avere problemi, ma – soprattutto nelle stazioni dei piccoli paesi – non è garantito trovare personale multilingua.

* è facile sapere quali biglietti si possono acquistare online e quali no: consultando gli orari sul sito delle ferrovie vedrete per alcuni treni il link “Buy” e per altri no. In maniera piuttosto intuitiva, se non c’è il link “Buy” i biglietti non si possono acquistare online!

Per tutti i tipi di treni, invece, è possibile consultare il prezzo online. Questa funzione è molto utile per i viaggiatori low cost attenti anche alle minime variazioni di spesa.

Comprare i biglietti del treno in Romania, sia online che alle biglietterie, è davvero facile e non penso avrete alcun problema, ma se volete stare tranquilli preparatevi un foglietto con le frasi più utili:

  • Un biglietto per… , per favore. Un bilet până…, vă rog.
  • Sola andata Dus
  • Andata e ritorno Dus-întors
  • È il treno per… ? Acesta e trenul de…?
  • A che ora parte? La ce oră pleacă?
  • A che ora arriva? La ce oră soseşte?
  • Quanto costa? Cit costă?

tramonto in stazione

Alcune cose da sapere per viaggiare in treno in Romania

Anche se viaggiare in treno in Romania è piuttosto facile, ci sono alcune cose che è bene sapere. La più importante è che quasi sempre la stazione dei treni NON si trova in centro città, ma a un paio di chilometri di distanza. Io me la sono sempre fatta a piedi, ma se siete stanchi o avete bagagli pesanti potete prendere un taxi, che in Romania è molto economico.

Se viaggiate di notte, non date per scontato che sul treno sia presente una carrozza ristorante o che passi qualcuno con un carrellino a vendere bevande e snack.

Il sito delle ferrovie come vi dicevo funziona bene ed è facile da consultare; ogni tanto però fa un po’ le bizze, mescola inglese e rumeno, vi dà strani messaggi di errore. In genere ricominciando tutto daccapo funziona senza problemi.

Alcune stazioni… ci sono ma non si vedono! Molte stazioni di piccoli paesi sono segnate negli orari ed in effetti il treno si ferma, ma non aspettatevi di trovare una stazione così come la intendiamo normalmente. In alcuni si tratta solo di un cartello in mezzo ai binari.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwittergoogle_plus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *