Vacanze in montagna con la mamma (o chi vuoi tu)

Una vacanza in montagna è il regalo che amo di più fare a mia madre. Penso che il tempo trascorso insieme sia il più bel regalo che io possa farle e voglio che sia tempo di qualità: vietato lo stress.

Scegliere la tipologia di vacanza è stato facile perché la montagna è il setting ideale per il relax, non è stato altrettanto facile decidere la località dove soggiornare. Quando si tratta di una vacanza a due (che sia la mamma, il partner o un amico l’altra persona poco importa) è sempre bene scegliere accuratamente dove andare altrimenti si rischia che uno dei due si diverte tantissimo e l’altro si annoia a morte.

Ora, c’è un piccolo problema. Mia mamma cammina ma non tanto. Io invece camminerei tutto il giorno. Sembrerebbero due desideri inconciliabili invece sono riuscita a trovare delle località perfette per noi.

Non è stato voluto ma tutte queste località si trovano in Trentino Alto Adige. Ve le presento: potrebbero fare al caso vostro!

Valle Aurina

La prima vacanza in montagna modalità “passeggiate insieme, trekking da sola” è stata a San Giovanni in Valle Aurina, una zona del Sud Tirolo a me del tutto sconosciuta in cui ero capitata solo perché avevo trovato una buona offerta per quel che sembrava un bel hotel.

In effetti l’Hotel Stegerhaus era un hotel bellissimo e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, ma a rendere così speciale quella vacanza con mia madre credo sia stato proprio la gran quantità di splendide passeggiate che si possono fare nei dintorni.

Ce n’è per tutti i gusti, da una facile sgambettata lungofiume a impegnativi trekking in alta quota. Scaricatevi oppure procuratevi presso l’ufficio di informazione turistica di Campo Tures la cartina dei Sentieri del Sole, itinerari tematici segnalati di lunghezza variabile da una a nove ore.

La cosa interessante è che in genere nel prezzo degli hotel in zona è compreso un pass per l’uso dei mezzi pubblici. Mia madre l’ha usato più volte per farsi un giro mentre io ero impegnata nelle mie camminate lunghe.

Io di questa vacanza ricordo soprattutto tanto verde, fiumi e cascate, la bontà della cucina di montagna.

Cavareno

L’altra vacanza in cui ho fatto centro, riuscendo a fare la felicità mia e di mia madre, è stata un weekend lungo allo splendido Hotel Rosa Resort di Cavareno, un piccolo paesino nella Val di Non.

Da questo albergo da fiaba con vista sulle Dolomiti del Brenta partono facili passeggiate nel verde che in periodo invernale, quando sono andata io, si tingono di bianco. Una di queste porta al paese di Fondo e qui si può fare una bella camminata nella suggestiva Gola del Rio Sasso.

Anche in questa zona le persone più allenate possono sbizzarrirsi con trekking più impegnativi.

Riva del Garda

A Riva del Garda ci sono andata 4 volte ma mai con mia madre. Dovrei rimediare perché tra le tante cose che si possono fare in questa famosa località sulla riva nord del lago di Nord ci sono anche facili camminate alla portata di tutti. E se un giorno io ho voglia di allungare il passo ci sono anche trekking più lunghi!

Vacanza in quota: i rifugi sono facilmente accessibili?

Una vacanza in rifugio con mia mamma non l’ho mai fatta perché ho sempre pensato che i sentieri che portano ai rifugi siano troppo impegnativi per lei. In realtà esistono dei rifugi di montagna raggiungibili senza dover fare grandi imprese sportive.

Il pensiero va subito a un luogo a me tanto caro: il rifugio Caldenave a Scurelle (TN), una località in Val Scurelle. È una vecchia malga ristrutturata con gusto e gestita dal simpatico Elio; l’atmosfera è calda e accogliente.

Anziché raggiungerlo tramite i sentieri dell’Alta Via del Granito, adatti solo a escursionisti in buona forma fisica, potete arrivarci con una camminata abbastanza facile che inizia in località Tedon. Seguite il sentiero 332 che attraversa la valle correndo parallelo al fiume e in circa un’ora di cammino sarete a destinazione. Il dislivello è di 460 metri, il terreno agevole.

Se volete una vacanza pigra una volta arrivati potete togliere gli scarponi da trekking e darvi al relax, magari stendendovi fuori ad ammirare la vista sui prati e sulle montagne.

Se invece siete in vena di camminare potrete sbizzarrirvi con i tanti sentieri, facili e difficili, che passano lì in zona. La mappa dell’Alta Via del Granito può darvi un’idea di quante e quali camminate è possibile fare.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.