Itinerario in Vietnam: la mia proposta

Due settimane di vacanza in Vietnam: cosa visitare? Se ami la natura, vuoi una vacanza dai tempi lenti che ti permetta di fare sport, conoscere la cultura locale e rilassarti questo itinerario potrebbe fare al caso tuo.

kayaking nella baia di Halong, Vietnam

Decidere quali localita’ visitare in due settimane in Vietnam per me e’ stato difficilissimo. E’ un paese molto grande, con una notevole varieta’ di paesaggi e attivita’. Cosa includere e cosa escludere dal proprio itinerario? Dubbio amletico! Ho passato ore e ore, anche settimane, a leggere blog di viaggio e guide turistiche in italiano e in inglese, a consultare forum, a porre domande ad altri viaggiatori. Il risultato di questi sforzi e’ stato uno dei viaggi piu’ belli della mia vita, perfettamente in linea con i miei gusti e i miei desideri.

Vi propongo qui sotto l’itinerario che ho seguito durante il mio viaggio come esempio da cui partire per costruirvi un vostro itinerario, sulla base delle vostre preferenze e del vostro modo unico e speciale di vivere il viaggio!

PRESENTAZIONE DELL’ITINERARIO

Ha una durata di due settimane, con partenza il venerdi sera e ritorno il lunedi mattina di due settimane dopo. Chi ha un normale lavoro d’ufficio lunedi-venerdi necessita quindi di 11 giorni di ferie per seguire questo itinerario.

E’ un itinerario ben bilanciato in cui c’e’ tempo per diverse attivita’ e che alterna momenti di attivita’ fisica (anche intensa!) ad altri di ozio totale. Potrete infatti godere di ore di dolce far niente in campagna, pomeriggi in spiaggia e lunghe camminate in montagna. Avrete diverse opportunita’ per fare shopping nei mercati dei villaggi o delle grandi citta’. Vi restera’ anche il tempo per attivita’ culturali, come visite a musei o spettacoli teatrali, e rilassanti, come trattamenti di bellezza o massaggi. In ogni localita’ avrete la possibilita’ di incontrare la gente del posto e conoscere la cultura locale.

L’itinerario tocca alcuni dei punti nevralgici del turismo in Vietnam. In altre parole visiterete alcune delle localita’ piu’ famose, quelle delle cartoline per intenderci. E’ pero’ costruito in modo da lasciare spazio all’iniziativa personale e uscire dalle rotte turistiche piu’ battute. E’ anche un buon mix tra attivita’ organizzate, e quindi in gruppo, ed altre fai da te, e quindi in solitaria.

Per lo piu’ le scelte sono basate sul contenimento dei costi, quindi in generale il mio si puo’ definire un viaggio low cost. Vi sono pero’ alcune concessioni al comfort che fanno aumentare notevolmente il budget di viaggio. Se siete un po’ stretti col budget, potete facilmente sostituire queste scelte con altre piu’ economiche, e costruire un itinerario 100% low cost.

Nell’itinerario giorno per giorno segnalo con LC le scelte comfort per cui esiste una soluzione piu’ economica.

NATURA AL PRIMO POSTO

Questo itinerario e’ stato studiato per massimizzare il tempo da dedicare alle attivita’ all’aria aperta , ai villaggi, alla natura. Di conseguenza ho cercato di ridurre al minimo necessario il tempo da trascorrere nelle grandi citta’. Hanoi e Ho Chi Minh City sono state per lo piu’ necessarie soste di passaggio. Si addice in particolare a chi ama una vacanza attiva, in cui una buon porzione di tempo viene spesa in attivita’ fisiche all’aria aperta. Nel mio caso, si tratta di kayak, nuoto, trekking… e una mezz’oretta di tai chi! Altre proposte: bicicletta, arrampicata, moto.

POCO MA BUONO

E’ mia abitudine concentrarmi su poche localita’ e fermarmi in ciascuna almeno un paio di giorni piuttosto che visitare una lunga lista di localita’ in cui pero’ non mi posso fermare piu’ di mezza giornata, un giorno al massimo. Questa regola e’ uno dei criteri che hanno portato alla stesura di questo itinerario, permettendomi di trascorrere meno tempo sui mezzi di trasporto e piu’ tempo all’aria aperta.

LA QUOTA NON COMPRENDE…

Altra peculiarita’ di questo itinerario: ho escluso del tutto la zona centrale del Vietnam, che pure offre interessanti localita’ turistiche. Ho escluso pure le isole, come Phu Qoc e Cat Ba (e molte altre), e il tempo in spiaggia e’ stato limitato a quello concesso durante la crociera ad Halong Bay. Queste esclusioni sono state dettate da una questione di tempo: avendo solo due settimane ed essendo costretta a tornare a sud per prendere il volo del ritorno (in partenza da Ho Chi Minh City), ho optato per un volo interno che mi portasse in poche ore da nord a sud.

VOLI INTERNI, UN’ECCEZIONE ALLA MIA REGOLA

Viaggiare in autobus o in treno e’ certamente piu’ affascinante ed economico, ma personalmente non l’ho ritenuto adatto ad una vacanza di cosi’ breve durata in un paese cosi’ lungo. I voli interni sono un’assoluta novita’ per me, nel senso che li evito sempre perche’ do la preferenza a bus e treni: in questo caso pero’ ho ritenuto che fosse opportuno fare un’eccezione alla mia regola “niente voli interni”. Va detto che i voli interni in Vietnam non sono costosi: se prenotate con molto anticipo potete volare anche con 30 euro.

villaggio a Sapa, Vietnam

DUE SETTIMANE IN VIETNAM, GIORNO PER GIORNO

Venerdi sera – Partenza (nel mio caso, da Dublino)
Volo Etihad Airlines con scalo ad Abu-Dhabi, partenza ore 21.

Sabato – volo
Arrivo a Ho Chi Minh City alle ore 19, volo interno per Hanoi con VietJet Air. Arrivo in ostello alle ore 23.

Domenica – Hanoi
Mattina e pomeriggio: passeggiata nel quartiere vecchio, lago Hoam Kiem e pagoda della tartaruga. Spettacolo di burattini sull’acqua.
Tardo pomeriggio e sera: mausoleo di Ho Chi Minh e cerimonia serale della bandiera, palazzo presidenziale, passeggiata lungo il lago. Mercato notturno.

Lunedi – Halong Bay

Tour organizzato con Handspan, 3 giorni/2 notti: crociera a bordo della nave Treasure Junk.
Trasferimento in bus da Hanoi al porto di Halong e proseguimento a bordo della nave Treasure Junk. Pranzo a bordo della nave.
Pomeriggio: kayak e spiaggia.
Cena e pernottamento a bordo della nave. Attivita’ serali facoltative: lezione di food carving (incisione di frutta e verdura), pesca di calamari, film.

LC: per risparmiare prenota la tua crociera con una compagnia piu’ economica.

Martedi – Halong Bay

Mattina: lezione di tai chi e colazione, kayak e spiaggia. Pranzo a bordo di una nave piu’ piccola. Ritorno alla Treasure Junk.
Pomeriggio: kayak e spiaggia.
Attivita’ serali facoltative: lezione di cucina (involtini primavera vietnamiti), pesca di calamari, film.

LC: vedi sopra.

Mercoledi – Halong Bay e Hanoi

Mattina: visita a un villaggio di pescatori e una fabbrica di perle. Brunch a bordo della Treasure Junk. Ritorno al porto, trasferimento in bus ad Hanoi.
Pomeriggio ad Hanoi.
Treno notturno per Sapa.

LC: per risparmiare scegli l’autobus anziche’ il treno.

Giovedi – Sapa

Arrivo in mattinata, sistemazione in ostello. Mattina passeggiatain citta’.
Pomeriggio visita al villaggio di Cat Cat.
Sera cena in citta’, camminata lungo il lago.

Venerdi – Sapa

Red Hao Homestay trekking tour di 2 giorni/1 notte con Sapa O’Chau.
Visita ai villaggi di Suoi Ho, Matra e Ta Phin. Pernottamento in homestay a Ta Phin, tradizionale bagno alle erbe medicinali, cena.

Sabato – Sapa

Red Dao Trekking tour di 2 giorni/1 notte con Sapa O’Chau: visita al villaggio di Trung Chai, ritorno a Sapa. Cena in citta’, massaggio vietnamita di un’ora.

Domenica – Sapa

Camminata a Ban Ho (26km), con vista sui villaggi di Lao Chai e Ta Van. Ritorno in motocicletta. Serata in citta’.

Lunedi’ – Sapa

Grand Vistas: Tour in motocicletta di mezza giornata con Sapa O’Chau.
Visita alle cascate Love Waterfall e Silver Waterfall. Pomeriggio in citta’, shopping al mercato locale.
Treno notturno per Hanoi.

LC: per risparmiare: 1) raggiungi le cascate senza un tour organizzato. Semplicemente chiedi a uno dei tanti mototaxi in citta’di accompagnarti e contratta il prezzo. 2) torna ad Hanoi in autobus.

Martedi – Hanoi

Giornata di relax in piscina.

Mercoledi – Can Tho (Mekong Delta)

Mattina a Hanoi. Volo interno per Can Tho con Vietnam Airlines.
Sistemazione in hotel, passeggiata lungofiume e cena.

LC: una soluzione piu’ economica e’ volare su Ho Chi Minh City con una compagnia low cost e prendere un autobus per Can Tho. Puoi risparmiare circa la meta’, ma i tempi di viaggio si allungano notevolmente.

Giovedi – Can Tho (Mekong Delta)

Mattina – primo pomeriggio: tour in barca con guida privata prenotato tramite l’hotel. Visita ai mercati galleggianti, fabbrica di noodles, giardino e piantagioni di frutta, villaggi.
Pomeriggio: passeggiata in citta’, visita al museo di storia cittadina, pagode, camminata lungo il canale. Cena.

LC: non prenotare il tour, presentati al porto la mattina presto e trova chi ti fa il prezzo migliore.

Venerdi – Hau Giang (Mekong Delta)

Tour con guida privata prenotato tramite l’hotel. Due di ore in motocicletta da Can Tho verso la campagna, arrivo alla Kim Lan homestay, pranzo. Breve camminata per conoscere il villaggio. Pomeriggio in barca ad osservare i pescatori locali. Cena in homestay. Camminata serale, pesca notturna.

Sabato – Can Tho e Ho Chi Minh City

Trasferimento in motocicletta dall’homestay a Can Tho, bus per Ho Chi Minh City. Tour a piedi della citta’.

Domenica – Ho Chi Minh City

Tour di mezza giornata ai Cu Chi Tunnels con Delta Adventures (prenotato tramite l’ostello).
Shopping al mercato di Ben The, massaggio alla testa di 30 minuti. Trasferimento all’aeroporto.
Volo Etihad Airlines con scalo ad Abu-Dhabi, partenza ore 20.30.

LC: moltissime agenzie offrono il tour di mezza giornata a Cu Chi. Chiedi il prezzo a piu’ agenzie e scegli la piu’ economica.

Lunedi – Ritorno (nel mio caso, a Dublino)

Arrivo a Dublino alle 7.30 di mattina

Mekong Delta, Vietnam

CONCLUSIONE

Se non vuoi perdere tempo a studiare un tuo itinerario e pensi che il tipo di vacanza che ho fatto io sia quello che fa al caso tuo segui giorno per giorno il mio itinerario! Oppure, come ho scritto sopra, usa questo itinerario come una bozza da cui partire per costruire un itinerario su misura per te.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Comments

  1. Andrea says:

    Ciao Arianna, vorrei ringraziarti per tutti gli spunti che hai dato in questo post. Sono al termine del mio viaggio in Vietnam, anch’io da solo, e mi sono basato molto su quello che hai scritto.
    Io mi sono concentrato sul nord del Paese, con diversi giorni con base a Sapa da cui sono partito per dei trekking nei villaggi e un bel giro in moto fino a Sin Ho, che consiglio a tutti quelli che vogliono avventurarsi in moto.
    Le strade sono abbastanza agevoli e il traffico non è un problema in montagna.
    A Sin Ho troverete due alberghi, uno centralissimo dove vi farete capire a gesti, estremamente spartano, e uno fuori dal centro, all’inizio della via per Lao Chau, dove parlano inglese. La strada e i villaggi che precedono Sin Ho sono magici, specie se arriverete al tramonto sull’altopiano.
    Anch’io ho scelto la crociera sulla Treasure Junk che, a differenza di molte altre, si muove su rotte lontano dalla marea di turisti. Ottimo spunto, in generale cercate Bai Tu Long bay e dovreste trovare proposte anche meno lussuose.
    Sono stato anche a Ninh Binh ma credo che non ne valga la pena, meglio investire sulla crociera nella baia di Bai Tu Long.

    Grazie mille e… Buon viaggio!

    1. laragazzaconlavaligia says:

      ciao Andrea
      sono felice che il Vietnam ti sia piaciuto e ti ringrazio tantissimo per questo tuo commento, ricchissimo di spunti… per i miei lettori oppure per me se un giorno deciderò di fare il bis :)

  2. Antonella says:

    Ciao Arianna,
    Hai fatto la profilassi antimalarica?
    Io sto per partire per il Vietnam con tappa ad Ha Giang, come alternativa a Sapa, e mi chiedevo se per questi luoghi a nord fosse consigliabile.
    Grazie in anticipo

    1. laragazzaconlavaligia says:

      ciao Antonella,
      no, io non l’avevo fatta perché non era obbligatoria. Per alcuni paesi, tipo la Thailandia, è consigliata se visiti alcune zone mentre per altre non viene ritenuta necessaria.

      Per informazioni affidabili su queste tematiche ti consiglio di visitare il sito Viaggiare Sicuri, curato dal Ministero degli Esteri, che riporta per ogni paese una scheda completa che comprende anche le informazioni sulla qualità dell’assistenza sanitaria in loco e le vaccinazioni obbligatorie.

      L’indirizzo è http://www.viaggiaresicuri.it/home.html

      Buon viaggio! :)

      1. Antonella says:

        Ciao Arianna, grazie per la risposta. Conoscevo il sito, infatti proprio li viene riportato che le regioni montuose del nord sono a rischio per la malaria. Grazie ancora, Antonella

  3. sasha says:

    Ciao e complimenti per tutti i tuoi articoli e per il modo ironico ma esaustivo di raccontare i tuoi viaggi! Sto programmando un viaggio in Vietnam di circa 18 giorni da metà ottobre. Seguirò sicuramente i tuoi consigli ma cosa aggiungeresti a quello che hai fatto tu, considerando che abbiamo fortunatamente più giorni? Siamo piuttosto “spartani”, amiamo soprattutto gli aspetti naturalistici (io poi sono una fan dei bagni nei fiumi!) e quelli spirituali dei viaggi. Non amiamo i pacchetti all-inclusive, ma come dici tu, è meglio non essere rigidi con le proprie regole!
    Grazie in anticipo…

    1. laragazzaconlavaligia says:

      ciao. Io se avessi avuto più tempo a disposizione sarei andata da nord a sud in treno (il Reunification Express) anziché in aereo e mi sarei fatta qualche giorno di mare, magari a Phu Qoc.

      Se vuoi natura valuta uno dei parchi nazionali, magari parco nazionale di Phong Nha-Ke Bang dove si può fare trekking, kayak, canyoeing e visitare una delle grotte più grandi al mondo. Altra zona interessante per passeggiate dovrebbe essere Ha Giang, magari con base a Dong Van. Uso il condizionale perché non ci sono stata, sono luoghi che visto citati in articoli e guide e che mi hanno incuriosita.

      Se decidi di affidarti a dei professionisti per l’organizzazione del viaggio (o solo una parte) ti consiglio http://www.liberinelmondo.it Non ho mai fatto viaggi con loro ma ho avuto modo di conoscere chi la gestisce perché collaboro con loro per un progetto di comunicazione e posso assicurare che sono persone serie. A scanso di equivoci: NO, non prendo commissioni sui loro viaggi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.