Vacanza a Dublino con bambini: idee in città

Terza e ultima puntata del post con consigli per una vacanza con bambini a Dublino. Oggi restiamo in città a visitare musei e fare shopping. Tra un museo e un negozio ci mangiamo una fetta di torta!

Il castello colorato

Castelli nei dintorni di Dublino ne potete trovare altri, ma secondo me nessuno piacera’ ai vostri bambini piu’ del Dublin Castle… dall’esterno, o più precisamente da dietro. Il coloratissimo retro di questo palazzo mi ha sempre fatto pensare a un castello fatto coi Lego, o a un castello incantato. Ci vuole un po’ di fantasia, lo ammetto, ma i bambini di quella ne hanno da vendere, no? E’ una meta facilmente raggiungibile, in zona centrale, e passarci davanti, anzi dietro, non costa nulla. Si puo’ anche entrare al castello ma tutte le persone di mia conoscenza che ci sono state me l’hanno sconsigliato e io ho finito per non andarci mai.

Dall’altra parte della strada rispetto al retro del castello trovate l’ingresso alla Chester Beatty Library, un museo gratis molto interessante. Forse e’ un po’ troppo buio per i bambini, se si annoiano potete tornare fuori e fare una sosta nel delizioso giardino. Di solito qui c’e’ meno gente rispetto ai parchi cittadini e io la considero la mia oasi di quiete sulla via del ritorno a casa.

Musei

Tutti i musei propongono percorsi e/o attività per bambini, purtroppo però sono disponibili soltanto in lingua inglese.

Piu’probabile pero’ che vi dirigiate a Dublinia, il museo più consigliato (dagli uffici turistici) alle famiglie in vacanza a Dublino. Ahime’, io su questa non so davvero che dirvi perche’ non ci sono mai stata e non conosco nessuno che ci sia stato. Quel che vi posso dire che e’ il museo della Dublino vichinga e medievale. Se viene consigliato alle famiglie probabilmente e’ uno di quei musei interattivi con percorsi didattici, giochi e altre diavolerie per incuriosire i bambini. So per certo che sono disponibili audio guide in italiano, ma saranno in italiano anche le attivita’ per i bambini? Ho cercato sul sito ufficiale ma non ho trovato risposta. Pero’ se vi interessa ho trovato le istruzioni per fare un’ascia o uno scudo che potete portare con voi per visitare il museo. Le istruzioni sono in inglese.

Un negozio-museo che non ho visitato ma che sinceramente mi sembra piu’ interessante per bambini di lingua non inglese e’ The Doll Store, dove potete trovare bambole antiche, peluche, case in miniatura. Si trova al secondo piano del Powerscourt Townhouse Centre in South William Street, a due passi da Grafton Street. Dopo aver visto il museo/negozio, d’obbligo tazza di tè e torta al Pepper Pot!

Un altro museo di bambole, peluche e casette in miniatura (anche questo non visitato da me) e’ Tara’s Palace – Museo dell’Infanzia che pero’ si trova al Powerscourt Estate. Nome simile al precedente, ma situato al di fuori di Dublino, nel grazioso villaggio di Enniskerry.

Un centro culturale interamente dedicato ai bambini è The Ark, che organizza esposizioni e spettacoli, purtroppo però solamente in inglese. Un altro museo fruibile ahimè solo da chi parla inglese è il National Leprechaun Museum, dedicato al folklore e alla mitologia irlandesi.

Un ultimo consiglio per quanto riguarda la sezione cultura. Se vi piacerebbe visitare la biblioteca antica del Trinity College ma volete spendere meno… andate da un’altra parte! La Marsh Library e’ infatti la più antica biblioteca di Dublino (sì, più antica di quella del Trinity). Si trova a fianco della cattedrale di San Patrizio, costa solo tre euro per gli adulti ed è gratis per i ragazzi fino a 16 anni. Qui i bambini possono divertirsi a provare a scrivere con oggetti d’altri tempi come piuma e inchiostro o macchina da scrivere. I bambini più creativi possono decorare la rilegatura di un libro. I più tranquilli possono attendere che i genitori terminino la visita alla biblioteca nella sala di lettura, sulle stesse sedie dove si sedettero a leggere James Joyce e Bram Stoker.

Aggiungo a questa mia personale lista il consiglio di una mia amica nonchè fedelissima lettrice: National Wax Museum. Il museo delle cere dublinese non può vantare una lunga apertura come Madame Tussauds di Londra ma ha una sezione interamente dedicata ai bambini che potrebbe interessarvi. Tra i personaggi in mostra nel Kid’s Corner troverete tra gli altri Peppa Pig, Harry Potter, i Simpson e un piccolo leprauchaun.

Giocattoli

E’ arrivato il momento di viziare i vostri bimbi con un giocattolo? :) Negozi grandi, come lo SmythsToys, si possono trovare in zona Mary St / Parnell.

La storica catena inglese Hamley’s ha un negozio anche a Dublino. Si trova pero’ fuori dal centro, all’interno del Dundrum Shopping Centre, il piu’ grande centro commerciale della citta’. Potete arrivarci prendendo la luas verde da St Stephens Green.

Come in tutte le grandi città, anche a Dublino non poteva mancare il Disney Store. Lo trovate in Grafton Street.

Bambole e giocattoli fatti a mano si possono a volte trovare nei mercatini.

Dolci e caramelle

Sono una grandissima fan delle cupcakes, un dolce semplice ma molto buono. I colori sgargianti dell’icing non potranno non attirare l’attenzione dei bambini. Le trovate un po’ ovunque, Tesco incluso, ma vi consiglio di mangiarle al Lolly and Cook’s in George Street’s Arcade, l'”indoor market” più famoso di Dublino, nonchè meta di una mia antica routine del sabato mattina. Dopo aver reso felici i bambini con le cupcakes la mamma si potrà concedere un giro per i negozi di abbigliamento, compreso Retro per abiti in stile vintage e burlesque. Se alle cupcakes preferite il cheesecake dovete semplicemente andare all’altro angolo del mercatino coperto ed entrare al Simon’s Place, la mia caffetteria preferita. Vi devo avvisare che il menu è molto limitato – ad esempio le uniche bevande fredde sono succo alla mela e succo di arancia, niente aranciate, coca cole, ecc – ma il cheesecake merita e il personale e’ davvero gentile.

Un’altra opzione cupcakes e shopping (sempre utile in caso di pioggia) e’ Johnnie Cupcakes al St Stephen’s Green Shopping Centre o all’ILAC centre tra Parnell Street e Henry Street.

Non lo amo particolarmente ma è coloratissimo per cui potrebbe piacere ai bambini: Foam Cafè, quasi
nascosto a due passi dall’Italian Quarter. La bontà dei dolci è molto variabile: a volte sono molto buoni, a volte piuttosto deludenti.

Dolci buonissimi li trovate invece al grazioso ristorante vegetariano Cornucopia in Wicklow Street. Tenetelo presente anche come opzione per un pranzo o una cena salutare, se volete fare un break dai pasti tipici irlandesi, piuttosto pesanti. Attenzione però: è un locale molto conosciuto e quindi nelle ore di punta è sempre affollato.

I brownies più cioccolatosi di Dublino io li compro in uno dei quattro KC Peaches: Dame Street, Nassau Street, St Stephen’s Green e Pearse Street.

Ha addolcito i primi giorni della mia vita dublinese con quintalate di zucchero il Queen of Tarts, notissima caffetteria che propone nei suoi due negozi in Dame Street e Cow Lane un’ampia scelta di golosissime torte. Ho smesso di frequentarlo perche’ lo trovo stressante, troppo affollato, ma i dolci effettivamente sono buoni.

Se volete far perdere la testa ai bambini portateli in uno dei “tradizionali” negozi di caramelle che trovate in centro a Dublino: Mr Simms Olde Sweet Shoppe in Dame Street e Aunty Nellies in Temple Bar. Voi adulti chiudete un occhio sul fatto che in questi negozi a dispetto del nome di tradizionale non c’e’ niente: sono negozi nuovissimi aperti solo da un paio d’anni, e tutto l’arredamento e’ finto antico. I barattoli pieni di caramelle sono tutti di plastica. Di vetro c’e’ solo la vetrina. Ah, il vostro dentista aspetta a braccia aperte il vostro ritorno in Italia. I vostri bambini però vi ringrazieranno tantissimo.

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.