Mercatini di Natale all’irlandese

I mercatini di Natale a Dublino ci sono, ma sono… diciamo così… irlandesi. Non aspettatevi di trovare mercatini di Natale alla tedesca!

L’anno scorso a novembre hanno inaugurato in pompa magna il mercatino di Natale in St. Stephen’s Green: giornalisti, perlopiù di testate online, comunicati stampa, video e tutto il carrozzone promozionale. Il web è stato invaso da articoli e articoletti che esaltavano questa meravigliosa novità: l’inaugurazione del tradizionale mercatino natalizio.

Io ero scettica e seccata. Scettica sulla durata: “Secondo me dura un anno”, ho pensato. Seccata dall’uso improprio dell’aggettivo tradizionale, che per sua definizione non può essere applicato a qualcosa di nuovo. “Se è nuovo non è tradizionale”, lamentavo sulla mia pagina Facebook. E tutti giù a darmi carne, dirmi che son negativa e criticona. “E’ bello!” “E’ tradizionale nel senso che è simile a quelli tipici” e via a difendere il neonato mercatino, la cui esistenza io non avevo criticato. Ma a chi importa? Per tutti, tranne qualche vecchio brontolone come me, è ok usare aggettivi alla cazzo e anche farsi rimbambire dai marketers e dagli uffici stampa che riescono a spacciare per tradizionale qualcosa che hanno inventato qualche mese prima durante una delle loro sessioni di brainstorming.

Perchè i mercatini di Natale irlandesi sono diversi da quelli “alla tedesca”

Fatto sta che la vecchia brontolona (io) c’aveva azzeccato. Il favoloso mercatino a St Stephen’s Green è durato soltanto un anno e poi è tornato nella sede originaria dei Docklands. Secondo voi ho indovinato in virtù di un eccezionale potere divinatorio? No, semplicemente conosco l’andazzo irlandese. Checchè ne dicano uffici del turismo e scribacchini online, i mercatini di Natale non sono una tradizione irlandese.

Sono nati da pochi anni come una moda commerciale, hanno funzionato e ora sono ormai entrati nella routine annuale dello shopping natalizio. Tra una trentina d’anni potremo dire che sono una tradizione, adesso mi sembra un po’ presto. Anche perchè se è vero che ogni anno ci sono dei mercatini, non è detto che i mercatini siano nello stesso posto e negli stessi giorni.

Di fatto, ogni anno a Dublino nascono e muoiono un paio di mercatini di Natale. Fare una lista è quindi impossibile perchè quel che c’è quest’anno potrebbe non esserci l’anno prossimo, o essere da un’altra parte, o durare meno o più dell’anno precedente. E questa mi sembra la principale differenza tra il mercatino di Natale all’irlandese e il mercatino di Natale che io chiamo “alla tedesca”, ovvero quelli che si tengono in Germania, Austria ma anche paesi scandinavi. In questi paesi il mercatino è davvero una tradizione: pare che i primi mercatini natalizi in Germania si siano tenuti nel secolo XV. Qui i mercatini si tengono ogni anno sempre nello stesso posto e sempre nelle stesse date.

Altre differenze fondamentali tra il mercatino di natale all’irlandese e il mercatino di Natale alla tedesca:

merce in vendita

Nel 2013 ho trascorso il Natale a Salisburgo e non ho mancato di visitare il mercatino: la principale merce in vendita erano addobbi natalizi. Se dovessi azzardare delle statistiche direi che il 60% delle bancarelle vendeva addobbi natalizi, il 30% cibi e bevande e il 10% mercanzie varie. Secondo quanto mi è stato raccontato da chi ci è stato, funziona così in tutti i mercatini di Natale alla tedesca.

In Irlanda gli addobbi natalizi sono tra gli oggetti in vendita quelli meno popolari: direi che solo un 15% delle bancarelle vende addobbi natalizi, un 30% cibi e bevande e il restante 55% mercanzie varie.

durata

I mercatini di Natale “alla tedesca” durano fino a Natale e anche oltre. Alcuni si spingono fino alla festa dell’Epifania.

In Irlanda tutti i mercatini chiudono prima di Natale, in genere entro il 23 dicembre.

Questi bei addobbi natalizi non sono in vendita a Dublino… ma a Salisburgo!

Perchè mi piacciono i mercatini di Natale di Dublino

Fatta questa premessa, non posso negare che anche qui a Dublino sia piacevole gironzolare per i mercatini di Natale. Io ci vado tutti gli anni, se non altro per la curiosità, e dire che non sono un’amante dello shopping. Preferisco acquistare qui piuttosto che dare soldi ai negozi delle grandi catene internazionali che hanno fatto scempio dei nostri centri cittadini (ridateceli!!!).

Gli oggetti più comunemente in vendita nei mercatini di Natale di Dublino sono:

Artigianato: gioielleria, magliette e felpe con stampe originali, cartoline e illustrazioni, fotografie, saponi e creme corpo, sciarpe e berretti,  borse.

Usato: vestiti, libri, dischi, DVD.

Cibo: wurstel, crepes, frozen yogurt, dolci artigianali (cupcakes, brownies, cookies, prodotti vegani e raw).

Bevande: mulled wine (simile al vin brulè), birra.

Dove trovarli

Per quanto detto sopra, ovvero i mercatini di Natale a Dublino nascono e muoiono, è un po’ difficile fare una lista. Quello che segue è semplicemente un’indicazione. I siti linkati si riferiscono tutti all’edizione 2015, ma per il problema di cui vi ho già parlato (nascono e muoiono) non è detto che per gli anni successivi possano funzionare.

Per cercare informazioni aggiornate consultate siti turistici quali l’ente del turismo o fate una ricerca online. Tenete presente che molti piccoli mercatini non hanno un sito; spesso vengono pubblicizzati soltanto in Facebook.

Non sono specializzati, tutti vendono un po’ di tutto.

L’ingresso ai mercatini è gratuito.

Mercatino dei Docklands

Per comodità io lo chiamo il mercatino dei Docklands, ma ha un nome ufficiale che è cambiato più volte da quando io vivo qui. Quest’anno è I believe in Christmas… è pure un marchio registrato, sigh. Si tiene nella moderna zona dei Docklands, in fianco al CHQ Building (dove si tiene anche l’Oktoberfest).

E’ probabilmente il mercatino di Natale più famoso qui a Dublino. Dura in genere dall’inizio del mese fino al 23 dicembre.

Christmas Bazaar al Block T

Invenzione recente, è una tre giorni di mercatino presso il centro culturale Block T nella zona di Smithfield.

Primo weekend del mese di dicembre.

National Arts and Crafts Fair

Più che un mercatino è una fiera. In vendita oggetti di artigianato, arte e design con prezzi dai 5 ai 5000 euro: insomma ce n’è per tutte le tasche! C’è anche una sezione dedicata al cibo.

Si tiene all’RDS la prima settimana di dicembre ed è forse l’unico evento certo ogni anno. Attenzione: l’ingresso è a pagamento.

Eventi

Ce ne sono tantissimi, sul serio, nascono come i funghi e di solito durano solo una stagione. Molti mercatini che si tengono regolarmente cambiano nome e talvolta sede nel mese di dicembre. Esempi? mercatino che si tiene all’ostello Generator o il Flea Market in Newmarket Square (che per l’edizione natalizia quest’anno si è spostato al Point Village).

In sette anni che ho vissuto qui ho visto mercatini a Fitzwilliam Square, Merrion Square, la piazza di Smithfield, Temple Bar, Dun Laoighere, Bray, Sandymount, Farmleigh House… non saranno belli e grandi come i mercatini alla tedesca, ma sono tanti! :)

Ti è piaciuto quest'articolo? Condividilo! Facebooktwitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.